Pratiche Funerarie
Domande Frequenti

Funerali in Italia 22 mag 2020

Sono tante le domande riguardanti questioni pratiche che ci si pone quando ci si trova a dover affrontare un lutto; riguardano tutte quelle cose alle quali, normalmente e giustamente, non si pensa.
Cercheremo qui di dare risposta alle domande più frequenti.

La cremazione
Quando è concessa la cremazione?
Nel caso in cui la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata; oppure se la persona deceduta era iscritta a una associazione che ha fra i suoi fini anche la cremazione; o ancora, se il coniuge o i parenti prossimi dichiarano la propria volontà che la persona deceduta sia cremata.
In ogni caso è necessario presentare una documentazione valida che dimostri tale volontà.

La pensione
Cosa si deve fare quando il defunto è titolare di pensione INPS?
Si deve comunicare l'evento alla Sede INPS tramite autocertificazione e restituire il libretto di pensione. Si può poi presentare domanda di pensione di reversibilità, nel caso in cui il superstite è un familiare avente diritto e se la pensione della persona deceduta è reversibile. Si può, inoltre, presentare domanda di rate maturate e non riscosse negli altri casi.

La dichiarazione dei redditi
Cosa fare con la dichiarazione dei redditi?
La dichiarazione dei redditi percepiti dalla persona deceduta deve essere presentata da uno degli eredi. È sempre intestata al defunto, ma deve anche riportare, nel riquadro dedicato, i dati dell’erede che la presenta. Il termine per la presentazione della dichiarazione cambia a seconda della data del decesso del contribuente.

IMU
Gli eredi sono obbligati al versamento dell’imposta sulla base del possesso del bene immobile nel territorio comunale. Il tributo sarà proporzionale alla quota e ai mesi dell’anno nei quali si è protratta la condizione di possesso. Da questa tassa sono esenti solo le abitazioni principali diverse da quelle di lusso.
Se l’immobile è stato ereditato da più proprietari, la quota va proporzionata alla percentuale di possesso.
Se il coniuge continua ad abitare nell’abitazione principale di lusso, dovrà pagare l’IMU. Gli altri eredi, invece, non dovranno pagare nulla.

TARI
In caso di decesso dell’intestatario della TARI è necessario comunicare la variazione.

Tassa automobilistica
Gli eredi che hanno deciso di accettare un veicolo in eredità devono provvedere a trascrivere l'accettazione di eredità e, entro 60 giorni, ad aggiornare la carta di circolazione.
In caso di più eredi, se solo uno di essi desidera intestarsi il veicolo, è necessario effettuare due successivi passaggi: prima si iscrive il mezzo a nome di tutti gli eredi e poi si trascrive a favore dell'unico erede che intende risultare intestatario del veicolo. È peraltro possibile allegare un unico atto di accettazione di eredità da parte di tutti gli eredi con contestuale vendita pro quota a favore dell'erede che chiede l'intestazione del veicolo.

Utenza telefonica e abbonamento RAI
Nel caso di contratto intestato a persona deceduta, gli eredi possono subentrare o disattivare il servizio. In ogni caso l’erede è obbligato a pagare eventuali arretrati dovuti dal deceduto.

Banca
Gli eredi devono prendere contatto con l'Istituto di Credito per tutti gli adempimenti bancari del defunto – conti correnti, depositi, cassette di sicurezza, titoli, domiciliazioni di pagamenti, ecc.

Successione
La denuncia di successione deve essere presentata entro un anno dal decesso presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio – la competenza è legata all'ultima residenza del defunto.


Vuoi una consulenza gratuita?
Chiamaci adesso al
+39 328 331 2059

CLICCA PER CHIAMARE
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@funeralenaturale.it