Epitaffio
Che cos’è e da dove deriva

Funerali in Italia 23 set 2020

La parola “epitaffio” deriva dal greco “epitaphion”, che significa “ciò che sta sopra il sepolcro” e sta ad indicare l’iscrizione funebre con la quale si onora e si ricorda il defunto.
Ma non è sempre stato così: in passato l’epitaffio non si limitava ad una scritta simbolica; in alcuni casi, si trattava, invece, di una parte importante delle celebrazioni funebri.

L’epitaffio nell’Antica Grecia
Nell’Atene della Grecia Antica, l’epitaffio era un’orazione funebre pubblica in onore dei soldati caduti durante l’anno trascorso.

L’epitaffio nell’Antica Roma
A Roma l’epitaffio divenne un’evoluzione della laudatio funebris, il discorso pronunciato dal figlio o da un parente del defunto. Alcuni epitaffi di questa epoca hanno raggiunto persino vette altissime di pregio letterario, come nel caso dei componimenti di Marziale.
Trattandosi di discorsi pronunciati in occasione della morte di una persona, gli epitaffi erano caratterizzati da un tono grave, meditativo, che tesseva le lodi del defunto in modo che la sua memoria restasse impressa positivamente e profondamente nella memoria di chi sopravvive.

L’epitaffio oggi
L’epitaffio ai nostri giorni ha lo stesso scopo che aveva nella Roma Antica, ma in più è scritto sulla tomba. È un messaggio per i viventi, deve rimanere impresso nella memoria di chi legge, deve far riflettere sulla vita, sul tempo che scorre inesorabile e sulla morte. In più, l’uso attuale di imprimere queste parole sulla lapide trasforma l’epitaffio in un gesto che onora il defunto per sempre, non solo per chi avesse conosciuto la persona in vita, ma anche presso i posteri che si troveranno di fronte alla tomba in futuro.
Se in epoca romana erano i grandi poeti, come Marziale e Catullo, a realizzare toccanti e intensi discorsi di questo genere, oggi l’epitaffio può assumere più forme e stili differenti: c’è chi sceglie di scrivere da solo il proprio epitaffio, spesso optando per un tono che non sia necessariamente serio o solenne, quanto invece leggero o persino divertente; oppure c’è chi affida i propri sentimenti e il proprio dolore per il ricordo della persona cara scomparsa alle parole e ai versi di autori celebri, scrittori, poeti e cantanti.

Vuoi una consulenza gratuita?
Chiamaci adesso al
+39 328 331 2059

CLICCA PER CHIAMARE
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@funeralenaturale.it