Cosa sapere
sulla dispersione delle ceneri in Italia

Burocrazia funerale 19 gen 2020

La pratica della cremazione viene scelta da un numero sempre maggiore di persone in Italia.
In questi ultimi anni la percentuale di cremazioni è aumentata sempre di più e di conseguenza è aumentata anche la richiesta di informazioni riguardo il servizio in sé e tutto quello che concerne questa pratica.
Non è però purtroppo così semplice rispondere a tutte le domande inerenti, poiché la materia è disciplinata non solo dalla legge nazionale, ma anche dalle normative regionali e dalle disposizioni comunali.
Quindi, per avere un quadro realmente completo, ci si deve rivolgere alle proprie istituzioni locali o ai professionisti delle imprese funebri del proprio territorio.

E per quanto riguarda la dispersione delle ceneri?
In Italia la dispersione delle ceneri dei defunti è regolamentata dalla legge n.130 del 30 marzo 2001, secondo la quale la dispersione delle ceneri è perfettamente legale se autorizzata dall'ufficiale di stato civile appartenente al comune in cui si è verificato il decesso.
Rimangono adesso due interrogativi: chi può disperdere le ceneri? E dove?
Per quanto riguarda la prima domanda, diciamo che non tutti possono occuparsi della dispersione delle ceneri.

Se si sceglie preventivamente la pratica della cremazione, nella propria disposizione e consenso alla cremazione sarebbe bene provvedere a nominare la persona che sarà incaricata alla dispersione delle ceneri.

Se, invece, la cremazione non sarà frutto di una scelta presa a suo tempo dal defunto, ma di una decisione presa al momento del decesso da chi ne è legalmente autorizzato, allora avranno diritto a praticare la dispersione delle ceneri del congiunto solo il coniuge, i parenti o gli esecutori testamentari.

Veniamo adesso ai luoghi in cui può avvenire la dispersione: secondo la legge italiana, la dispersione delle ceneri può essere consentita in apposite aree dei cimiteri – i "giardini del ricordo", o in aree private all’aperto, con il consenso dei proprietari, oppure ancora, previa autorizzazione delle amministrazioni comunali, liberamente in natura, in mare, nei laghi, nei fiumi, dalla cima di un monte.

Foto di Tellu da Pixabay
Vuoi una consulenza gratuita?
Chiamaci adesso al
+39 328 331 2059

CLICCA PER CHIAMARE
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@funeralenaturale.it